News

  • Avviso IPSP BS01 2015 TO

    Scadenza: 18/02/2015 È indetta una pubblica selezione per titoli, eventualmente integrata da colloquio, per il conferimento di n 1 borsa di studio per laureati, per ricerche inerenti l’Area scientifica “Scienze agrarie” da usufruirsi presso l’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante – CNR Sede di Torino, nell’ambito della convenzione con la “Regione Piemonte-Flado”. Tematica: Caratterizzazione molecolare e funzionale di proteine effettrici di isolati di fitoplasmi con diversa aggressività. Scarica qui Avviso di selezione n° IPSP 04 2015 FI

    Scadenza: 12 febbraio 2015 É indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n.1 assegno di ricerca tipologia A) “Assegni Professionalizzanti” per lo svolgimento di attività di ricerca inerenti l’Area Scientifica “Scienze della vita” da svolgersi presso la UOS di Sesto Fiorentino (FI) dell’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante del CNR che effettua ricerca sulle risposte degli ecosistemi forestali al cambiamento ...

  • Bando IPSP 03 2015 BA

    Scadenza: 04/02/15. É indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 Assegno –Tipologia B) “Assegni Post Dottorali” assegni per lo svolgimento di attività di ricerca inerenti l’Area Scientifica “Scienze Agrarie” da svolgersi presso l’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, UOS di Bari, del CNR, Via G. Amendola 165/a – 70126 BARI per la seguente tematica: “Diagnos...

  • Il Direttore Generale del CNR al Festival della Scienza 2014

     

     

    Il dott. Paolo Annunziato, Direttore Generale del CNR, ha visitato il laboratorio “Piante sotto attacco” allestito dall’IPSP presso il Munizioniere nell’ambito del Festival della Scienza 2014,  a Genova.

  • Benvenuti al nuovo Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante

    Dal 1° maggio l’Istituto di Virologia Vegetale e l’Istituto per la Protezione delle Piante del CNR si sono fusi nel nuovo Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP), sotto la direzione del Dr. Gian Paolo Accotto.
    La mission dell’IPSP sarà:
    “lo studio dei fattori di stress (biotico e abiotico) e le conseguenti risposte delle piante, allo scopo di individuare meccanismi di resistenza, processi di adattamento, e metodi di protezione dagli stress che contribuiscano alla protezione e valorizzazione delle piante di interesse agrario e fores...

  • International symposium on the European outbreak of Xylella fastidiosa in olive

    l’Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante (IPSP) – CNR di Bari, il Dipartimento di Scienze del Suolo della Pianta e degli Alimenti dell’Università di Bari, il Centro di Ricerca “Basile Caramia” (CRSFA) di Locorotondo, Bari, il CIHEAM-Istituto Agronomico Mediter...

  • Esito selezioni relative al bando IVV 041 2014 BA

    Scarica qui il provvedimento n. 653 relativo alla graduatoria di merito dei candidati alla selezione di cui al bando IVV 041 2014 BA.

  • Inaugurato il DigiLAb, il laboratorio di digitalizzazione del progetto V2P2 Repository

    Il 19 febbraio, presso l’IVV,  è stato inaugurato il “DigiLab”, il nuovo laboratorio per la digitalizzazione di testi e immagini. Il laboratorio è attrezzato con uno “scanner planetario” (foto a sinistra) per la digitalizzazione di testi  (fascicoli, libri, registri) e di una macchina...

  • Inizia il progetto V2P2 repository

    V2P2 repository: digitalizzare, archiviare, conservare, consultare, valorizzare, condividere i dati della ricerca nel campo delle interazioni tra piante, (micro)organismi e virus. Questo è il progetto cofinanziato dal MIUR nell’ambito dei programmi di Divulgazione Scientifica (Progetti annuali, L.6/2000, D.D. 369/Ric. del 26/06/2012) che vede coinvolti tre istituti del CNR: Virologia Vegetale (IVV), Protezione delle Piante (IPP) e Ricerca sull’Impresa e lo Sviluppo (CERIS).L’IVV contribuisce alle indagini sulla grave malattia che sta attaccando gli ulivi della Puglia

    Da un po’ di tempo è balzata agli onori della cronaca una importante problematica fitosanitaria che sta interessando alcune aree olivicole del Salento, destando notevole preoccupazione sia per l’impatto economico che per le ricadute ambientali e paesaggistiche. Si tratta di una fitopatia che è stata denominata “Complesso del disseccamento rapido dell’olivo” che, come ne denuncia il nome, è caratterizzata da estesi e rapidi disseccamenti della chioma degli olivi che ne sono affetti.