Istituto

L’Istituto di Virologia Vegetale è costituito da:

  • Sede di Torino (ex Istituto di Fitovirologia Applicata)
  • Unità Organizzativa di Supporto di Grugliasco (Torino, ex Centro di Studio per il Miglioramento genetico e la Biologia della Vite)
  • Unità Organizzativa di Supporto di Bari (ex Centro di Studio Virus Virosi delle Colture Mediterranee)

Complessivamente, presso l’IVV, operano 47 unità di personale in ruolo (al 06.06.2012) di cui 26 ricercatori, 1 tecnologo, 11 collaboratori tecnici, 2 operatori, 7 amministrativi.

Completano il quadro del personale in attività presso l’Istituto 11 associati universitari, 3 incarichi di ricerca, 7 assegni di ricerca, 2 borse di studio e 3 salariati agricoli per un totale di 26 persone.

Le ricadute pratiche delle ricerche trovano applicazione in contratti e convenzioni stipulate con Enti pubblici e privati. Riguardano prevalentemente controlli fitosanitari delle colture agrarie oppure di materiale da riproduzione ed interessano, come controparte, Amministrazioni regionali, provinciali, Comunità montane, Associazioni di produttori, Ditte sementiere, ecc.

L’Istituto, inoltre, presta consulenza al Ministero per le Politiche Agrarie e Forestali (MiPAF: piano di lotta alla Flavescenza dorata della vite ed eradicazione di Pepino Mosaic Virus, ad esempio) ed ai Servizi Fitopatologici di varie Regioni italiane (controllo virologico di materiale vivaistico, ad esempio).

Inoltre, svolge attività di formazione per ufficiali fitosanitari, giovani laureati e tecnici agrari attraverso corsi di aggiornamento, seminari, visite presso l’Istituto.

Molti suoi ricercatori svolgono attività didattica a livello universitario, anche con incarichi ufficiali, e attività divulgativa per conto di Enti pubblici del settore agrario, Scuole, Istituti e Associazioni di coltivatori.