Recupero, caratterizzazione e valorizzazione di cultivar autoctone della Calabria (Castiglione e Toccarino)

Sopralluoghi nelle aree tipiche di coltivazione delle cultivar calabresi ad uva da vino Castiglione e Toccarino permetteranno di indagare sulla loro variabilità genetica, risolvere problemi di confusione varietale (sinonimie ed omonimie), identificare ceppi virus-esenti (o da sottoporre a risanamento) e di istituire un vigneto sperimentale per futuri interventi di selezione presso l’Azienda Librandi di Cirò M.na (KR). Lo studio consentirà inoltre di iscrivere il Toccarino nel Registro Nazionale delle Varietà di Vite del Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. L’attività del progetto consentirà di rilanciare la coltivazione di due cultivar ritenute di grandi potenzialità enologiche ma oggi a rischio di scomparsa.

Ricercatori

Attività di ricerca

  • Vite e suoi patogeni intracellulari