Resistenza convenzionale e non-convenzionale

AG.P01.014 Resistenze convenzionali e non-convenzionali a importanti virosi e fitoplasmosi di specie coltivate

La produzione agricola è fortemente limitata, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, dagli attachi di organismi patogeni. Mentre per la lotta a funghi e batteri sono disponibili diversi principi attivi, per i virus non è possibile una cura e quindi la prevenzione è l’unica possibilità per evitare i danni.

Il modo migliore per prevenire le infezioni virali è l’utilizzo di varietà resistenti, ma purtroppo non in tutti i casi queste sono disponibili. Il presente progetto intende operare perottenere varietà resistenti alle infezioni virali, mediante le tecniche convenzionali del breeding e quelle non-convenzionali dell’ingegneria genetica, ed acquisire nuove conoscenze sulla risposta delle piante all’infezione in termini di modulazione genica, in modo da poter in futuro intervenire sui processi identificati migliorando le capacità della pianta di reagire all’attacco dei patogeni.

Anche i fitoplasmi rappresentano una minaccia economica per diverse colture. L’approfondita conoscenza delle basi molecolari che regolano le interazioni tra fitoplasma, pianta e vettore può fornire un utile approccio innovativo ed alternativo ai trattamenti insetticidi per la difesa delle principali colture. ‎

 

Progetti

Nessun risultato
  • POFAPE in Resistenza convenzionale e non convenzionale
  • GENOPOM in Resistenza convenzionale e non convenzionale